Guida alla Sitemap XML

di  Antonio Coschignano, venerdì 13 febbraio 2009
Nel 2005 Google introduce il protolollo Sitemap XML come supporto a tutti i webmaster che vogliono facilitare al motore di ricerca l' indicizzazione del proprio sito. In seguito questo metodo è stato adottato anche da Yahoo, Msn e Ask . In poche parole la Sitemap XML è un modo semplice e veloce per fornire ai motori di ricerca la struttura delle pagine del proprio sito descritta in un file XML che segue il protocollo http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9/sitemap.xsd

Non è da considerarsi come una sostituzione della procedura di indicizzazione dei motori di ricerca, ma bensì un'integrazione ai normali metodi di scansione del web. Infatti possono essere specificati ulteriori informazione riguardo alle pagine del proprio sito, tipo la frequenza con cui aggiorni le pagine, la data dell' ultima modifica, l' importanza di una pagina all' interno del sito e anche di inserire gli URL che non possono essere individuati tramite la normale procedura di scansione.

Vediamo in dettaglio le informazioni che possiamo specificare per ogni url inserito :

Frequenza : tag <changefreq> (opzionale)

Questo tag indica la frequenza con cui aggiorni le pagine del sito. Ad esempio, potresti aggiornare la pagina sui prodotti quotidianamente, ma aggiornare la pagina di informazioni a distanza di qualche mese. Puó assumere uno dei seguenti valori :
  • always (sempre)
  • hourly (ogni ora)
  • daily (quotidianamente)
  • weekly (settimanalmente)
  • monthly (mensilmente)
  • yearly (annualmente)
  • never (mai)

Ultima modifica : tag <lastmod>(opzionale)

Data dell'ultima modifica della pagina relativa all' url. Questa data dovrebbe avere il formato W3C Datetime. Esso ti consente di omettere l'ora e di utilizzare il formato AAAA-MM-GG.

Prioritá : tag <priority> (opzionale)

Indica la priorità dell' URL specificato rispetto agli altri URL della sitemap. L'intervallo di valori validi va da 0,0 a 1,0. Questo valore non influisce in alcun modo sulle tue pagine rispetto alle pagine di altri siti e consente solo ai motori di ricerca di individuare le pagine più importanti, in modo da definire l'ordine della scansione che preferisci. La priorità predefinita della pagine è 0,5. La priorità assegnata a una pagina non influisce sulla posizione degli URL nelle pagine dei risultati delle ricerche.

Qui di seguito è illustrato un breve esempio di una sitemap XML :
<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9">
    ...
    <url>
        <loc> http://www.example.it/page.html </loc> //Url della pagina
        <lastmod> 2008-11-18T00:01:50+00:00 </lastmod> //Ultima modifica
        <changefreq>daily</changefreq> //Frequenza di aggiornamento (palways,hourly,weekly,monthly,yearly,never)
        <priority> 1.00 </priority> //Priorita (importanza) della pagina (0.1....1)
        </url>
    ...
</urlset>

Rimando un approfondimento dell' argomento al sito ufficiale www.sitempas.org oppure alla guida di Google Utilizzo del protocollo Sitemap.
Nella sezione servizi per webmaster di questo sito è disponibile uno script gratuito per generare una sitemap XML inserendo l' url del sito desiderato.

Accedi al generatore della Sitemap XML

Altri link che potrebbero interessarti
  • » Strumenti per l'indicizzazione
  • » Segnalare un sito ai motori di ricerca
  • » Motori di ricerca e Web Mobile
  • » Guida Simple Sitemap Generator
  • » Album fotografico dei siti web